Week end al mare, lo offriamo noi

Il prossimo fine settimana , sabato 29 maggio, ti vogliamo tra i nostri ospiti.

Non come cliente ,ma come ospite.

Per questa ripartenza, per comunicarti tutto l’entusiasmo e la voglia che abbiamo di incontrare i nostri clienti abbiamo deciso di ospitarvi.

Se decidete di trascorrere da noi una settimana di vacanza in qualunque periodo vi rimborseremo il costo della camera di questo sabato 29 maggio dove potete ricaricarvi con l’energia e la positività che il mare regala e approfittarne per prenotare le vostre vacanze.

Ehi albergatore, come ti sembra questa iniziativa commerciale?

Potresti utilizzarla subito preparando una mail da inviare alla tua lista clienti, questo ti permetterebbe di inviare una promo creativa che anche se non sfruttata dal cliente gli riproporrà il tuo hotel da prendere in considerazione al momento della programmazione delle vacanze al mare e a te non costerà nulla perchè il rimborso del costo del solo pernottamento per sabato 29 maggio sostituisce gli altri sconti che spesso includi nei preventivi.

Questa iniziativa di marketing ha già dato ottimi risultati prendila in considerazione.

I Valori del turista

I valori del turista

Ogni epoca è caratterizzata da un sentimento generale che determina le preferenze di scelta dei clienti, lo sanno molto bene gli esperti di marketing.

La pubblicità adegua sempre il suo linguaggio e la leva emozionale per intercettare l’attenzione del cliente che adesso è diventato sempre più attento a scegliere prodotti e aziende che condividono i suoi valori in maniera autentica.

Oggi è fondamentale per le aziende essere percepite come sostenitrici di un modello sostenibile, attente all’ambiente, che rappresentano una ricchezza per il loro territorio e svolgono una funzione sociale per le persone delle loro comunità.

In futuro verranno premiate dal mercato quelle che riusciranno a comunicare questi valori e a rappresentarli nella loro quotidianità in maniera autentica anteponendo il rispetto dei valori al semplice profitto.

Quale prezzo pensi che pagheranno in termini d’immagine quegli hotel che utilizzano molti collaboratori slegati dal territorio solo perchè più esposti allo sfruttamento. Come pensi che posizioneranno il brand di quegli hotel che hanno collaboratori con i quali è impossibile comunicare, che fanno 10 ore di lavoro al giorno, non hanno il giorno di riposo e nessun legame o senso di appartenenza al territorio.

Le indagini di mercato lo evidenziano chiaramente.

I clienti sceglieranno e saranno disposte a pagare una tariffa adeguata quegli hotel che oltre alla salvaguardia dell’ambiente fanno del rispetto dei loro collaboratori e della fedeltà fiscale una prassi quotidiana.

Sarai costretto dal mercato ad adeguarti e sarà inutile che ripeti la solita litania che non si possono pagare il dovuto i dipendenti e non si possono pagare le tasse altrimenti si fallisce.

Sarà il mercato a farti pagare un prezzo altissimo per la tua incapacità di riorganizzarti e dovresti iniziare da adesso a porre le basi per un bilancio redditizio da realizzare utilizzando un’organizzazione aziendale che preveda dei protocolli e dei mansionari dettagliati, dei costi certi per ogni servizio prodotto e un’armonizzazione tariffaria che intercetti la domanda e garantisca l’equilibrio di bilancio. Inizia a leggere, studia, informati, oppure chiedi consiglio, contatta le persone che ti possono aiutare ,ma non restare indifferente e non continuare a posticipare perchè il tuo ritardo avrà un prezzo sempre più alto. 

Fallo per egoismo se vuoi ma sposa i valori del turista altrimenti ti girerà le spalle.

La stagione che sta per iniziare come l’affronti?

Quante ore faranno le cameriere ai piani?

Quante ore faranno i camerieri di sala?

Rispetterai il giorno di riposo?

Avranno un mansionario dettagliato per il loro lavoro?

Hai individuato dei punti d controllo e verifica degli standard richiesti?

Potrei andare avanti ancora con un lungo elenco che ti potrebbe sembrare esagerato mentre invece rappresenta solo l’ABC del management applicato quotidianamente in moltissime aziende.

La calorosa accoglienza romagnola, la capacità degli albergatori di fare sentire l’ospite come un amico di famiglia, la qualità della cucina sono valori che si son affermati negli anni ma adesso si stanno disperdendo, i menù sono invasi da prodotti economici , surgelati che vengono da 3000km di distanza mentre il cliente ama il km zero, di romagnoli in hotel se ne vedono pochi e gli sguardi dei collaboratori comunicano sempre meno. Ti faccio solo un semplice esempio, una volta l’albergatore faceva assaggiare il suo caffè orgoglioso , sosteneva che ci voleva la mano giusta, una buona miscela e adeguava tutti i giorni la macinatura in base al meteo, adesso spesso si usa la miscela più  economica, la macchina viene pulita occasionalmente e la macinatura sono due anni che non la tocca nessuno e l’albergatore fa il facchino di se stesso caricando e scaricando tutti i giorni quintali di merce comprata al cash and Carry.

Fermati…….respira…..reset e poi ricomincia dalla casella iniziale come si faceva con il gioco dell’oca.