Obbiettivo 2022

Quello che deve ottenere una buona programmazione e un lavoro di leadership svolto nei mesi invernali.

Avere risolto il problema del personale con un’organigramma programmato, un mansionario per ogni addetto, con orari e metodi di lavoro, un sistema di verifica e controlli condiviso , un costo del personale certo.

Raggiungere il risultato economico previsto degli incassi, delle spese e della redditività .

Avere una programmazione dei prossimi 3 anni dello sviluppo aziendale.

Questi sono i tre obbiettivi da raggiungere nel 2022, per riuscirci le fasi da sviluppare sono

Bilancio U.s.a.l.i per avere un controllo delle voci di spesa e di entrata di ogni reparto , camere, bar, ristorante , reception, servizi ancillari.

Piano tariffario con indicata la tariffa di partenza, l’occupazione prevista e l’incasso giornaliero con il relativo progressivo settimanale e mensile, con gli aumenti previsti in base al flusso delle prenotazioni e le promozioni per i periodi non performanti. Compito del revenue manager.

Organigramma di ogni reparto con indicate le ore di lavoro quotidiane necessarie alla produzione del servizio, la ripartizione delle ore tra i collaboratori, la redazione di un mansionario per ogni collaboratore con indicate le fasi del suo lavoro, un sistema di controllo condiviso, premiante e non punitivo del lavoro svolto. Realizzato dai responsabili dei singoli reparti

Piano editoriale realistico per la promozione e commercializzazione dei servizi offerti e una strategia di marketing ben strutturata per queste macro categorie, potenziali clienti prima della prenotazione, clienti abituali ( offerte riservate, fidelizzazione ecc. ) , marketing dopo la prenotazione per proporre servizi aggiuntivi, comunicazione all’interno dell’hotel per vendere servizi aggiuntivi, comunicazione post soggiorno per fidelizzazione. Realizzato dall’agenzia di marketing

Redarre una dichiarazione di missione aziendale, è la costituzione dell’hotel, la mission della tua azienda.

Questo è il concentrato di quello che a volte manca in un’organizzazione aziendale e puoi realizzare nei mesi che hai di fronte nei quali le urgenze quotidiane lasciano il passo alla programmazione

Il consulente

Chiamo o non chiamo? Non chiamo, sì lo so che mi farebbe piacere parlarne con qualcuno e che ho la possibilità di farlo senza nessun costo e nessun impegno, ma si sa come vanno queste cose….dopo non ti mollano più. Poi se sono così bravi perchè si fanno pubblicità questi consulenti, mi sembra che provino sempre e solo ad adescare nuovi clienti.

Forse ma forse….non è così. Forse ma forse il consulente è il primo che ha dei dubbi se accettare o no una richiesta di collaborazione perchè è consapevole che solo in un contesto nel quale intravede la possibilità di ottenere dei risultati concreti e duraturi, solo in quelle collaborazioni nelle quale può portare valore ha senso impegnarsi e farsi carico dei problemi dell’imprenditore.

Forse ma forse il consulente fa marketing, pubblica, comunica attraverso le varie piattaforme semplicemente perchè applica al suo lavoro i principi fondamentali della gestione aziendale e il marketing, il branding e il posizionamento sono una componente importante di qualunque azienda, questa è una delle competenze che deve verificare , misurare e fare applicare ai suoi clienti e quindi è una competenza che deve vivere nella sua quotidianità.

Forse ma forse il consulente attualmente si sta facendo carico di parecchi problemi degli hotel coi quali collabora, forse ha un fatturato che rispetta i suoi obiettivi e forse non ha nessuna voglia di perdere tempo per fatturare un paio di mesi ad un albergatore che non farà mai progressi.

Forse ma forse gli piace il suo lavoro , cerca sempre di trovare il tempo di parlare con albergatori , di confrontarsi con le diverse interpretazioni del lavoro dell’albergatore perchè il suo lavoro e la sua vita sono orientati verso quei valori che danno un senso alla propria esistenza per questo risponde sempre e volentieri a quel telefono.

L’ultima telefonata con un investitore che ha acquistato all’asta un hotel di 20 camere nell’appennino modenese si è conclusa con l’invio di tanto materiale da studiare, con un’elenco delle cose da fare e con il consiglio di non spendere nemmeno 1 euro in consulenza perchè mancavano le premesse di motivazione e attaccamento al territorio indispensabili in quel contesto e la speculazione al fine di ottenere una rendita automatica erano irragiungibili con solo 20 camere.

Ogni hotel ha la sua storia, ogni albergatore è unico , ma………….ANCHE IL CONSULENTE LO E’

La consulenza ideale

Il consulente è colui che si presenta senza essere chiamato e vuole essere pagato per dirti cose che sai già.

Questa è una definizione provocatoria , ma in realtà è quello che pensiamo tutti quando sentiamo parlare di consulenza, per questo voglio dirti cosa intendiamo noi e in base alla nostra esperienza quale tipo di consulenza dà realmente un vantaggio competitivo ad un hotel e contribuisce alla sua crescita.

Per prima cosa l’albergatore deve avere un obiettivo chiaro che desidera raggiungere, non deve raggiungere un obiettivo che appartiene al consulente, non interessa a nessuno come dovrebbe essere un hotel secondo il consulente, la cosa importante è il risultato che vuole raggiungere l’imprenditore oppure quale problema vuole risolvere una volta per tutte.

Chiarito questo, il consulente è importante per avere la certezza di raggiungere il risultato desiderato, per farti un paragone ti faccio l’esempio pratico del cambiamento che ho ottenuto personalmente nella mia vita. Sono dimagrito 15 chili , sapevo cosa dovevo cambiare nella mia vita , avevo tantissime risorse gratuite a disposizione per applicare un corretto piano alimentare e praticare regolarmente attività fisica però il risultato non arrivava mai per tantissimi motivi che intuisci anche tu. Per risolvere definitivamente il mio problema ho deciso di rivolgermi ad una consulente, una dietista che guarda caso mi ha detto di fare le cose che sapevo già, però il rapporto con lei, la programmazione, l’analisi step by step dei problemi e delle variabili mi ha portato dritto al risultato.

Nella consulenza alberghiera quello che abbiamo visto che dà risultati permanenti è il semplice affiancamento attraverso riunioni settimanali con l’imprenditore che settimana dopo settimana porta avanti i programmi e le decisioni impostate andando dritto al risultato. La consulenza meno efficace è quella della delega, ovviamente è un servizio che forniamo, se un imprenditore una volta stabilito un programmma vuole delegare tutto il suo sviluppo abbiamo la professionalità e l’organizzazione per farlo però sappiamo anche che la miglior forma di consulenza è quella del semplice affiancamento che lascia poi all’albergatore e ai suoi collaboratori l’applicazione pratica dei cambiamenti.

Per dimagrire ho dovuto iniziare a camminare un’ora al giorno, ero io a dover camminare non la dietista.

Questa per la nostra esperienza è la consulenza ideale, solitamente invece i consulenti accentrano tutte le operazioni su se stessi per rendersi indispensabili e rimanerlo il più a lungo possibile invece come vedi nella prima pagina nel nostro sito noi ci IMPEGNIAMO PER RENDERCI SUPERFLUI.

Marketing 1

Se non ti occupi delle cose importanti inseguirai sempre le cose urgenti.

Devi fare marketing per il tuo hotel anche se nel bilancio prevedi costo zero , anche se non ti fidi delle agenzie e ritieni la pubblicità inutile. Te lo ripeto, devi strutturare il marketing per il tuo hotel indipendentemente dalla cifra che investi.

La prima cosa che devi fare è stendere un piano editoriale, non stampare nemmeno i biglietti da visita se prima non hai predisposto un piano editoriale. Per fare un piano editoriale dividi tutta la tua comunicazione in 4 rubriche , pubblichi e organizzi i contenuti a rotazione in base alle rubriche come avviene quando sfogli un giornale questo ti serve per orientare la tua creatività e la strategia senza disperderla e senza creare monotonia.

Le rubriche che sono più funzionali sono , località , cucina e prodotti tipici della tua zona, esperienze emozionali , il tuo hotel. Infine la quinta che non è una rubrica a rotazione ma una costante , le promozioni. Per la rubrica Località pubblichi foto, consigli, eventi , foto di situazioni di vita quotidiana . Per la cucina ovviamente saranno ricette, prodotti tipici con foto dei produttori, consigli sui ristoranti, chiedi ai ristoranti di pubblicare una loro ricetta . Per le esperienze emozionali devi pubblicare foto che riportano alla mente le emozioni vissute durante un soggiorno nella tua località, per aiutarti è sufficiente che segui gli hastag della tua località e vedrai tutto quello che pubblicano quelli che la amano. Per il tuo hotel pubblica foto dei dettagli, dei giochi di luce creati dal sole, foto degli ambienti per rendere familiare il tuo hotel, le sue stanze , gli spazi comuni, e i dettagli.

Fai un post su instagram, facebook, pinterest e linkedin ogni settimana , tutti i mercoledì pubblichi il post sui social , uno a settimana e in quattro settimane hai coperto tutte le rubriche, il venerdì pubblichi il contenuto relativo alle promozioni.

In questo modo hai una presenza fissa che ti fa acquistare visibilità con due pubblicazioni a settimana che permettono a chi ti segue di sentire familiare il tuo hotel, desiderare di venire nella tua località e di conoscere le promozioni riservate preferendo la prenotazione diretta rispetto alle altre proposte.

Ogni social che ti ho indicato ha delle sue regole e delle logiche di utilizzo che lo rendono unico per questo non puoi usare un modo omogeneo di pubblicazione ma devi sfruttare le opportunità che ogni social ti offre, ne parleremo nei prossimi articoli.

Ricordati che prima di tutto però devi analizzare la tua azienda stilando un bilancio U.S.A.L.I , ne parliamo in questo articolohttp://www.hdconsulenza.it/2021/07/14/bilancio-usali-per-gli-hotel/

Pausa caffè terminata, un abbraccio e buona giornata.

Il vaso di Pandora

Il problema del personale in hotel è il nostro pane quotidiano. Ne abbiamo scritto in tanti articoli, abbiamo diffuso il logo della sostenibilità sociale e tutti i giorni , ripeto tutti i giorni siamo negli hotel a gestire l’organizzazione del personale per permettere agli albergatori di rispettare tutti i contratti mantenendo la giusta produttività e reddittività.

Gli albergatori con cui collaboriamo spesso si sentono come mosche bianche perchè il panorama intorno è fatto da competitor che seguono logiche diverse .

Adesso il vaso di Pandora inizia ad aprirsi , per la società e per i clienti diventa inaccettabile un’imprenditoria che vive sullo sfruttamento altrui.

In questa video inchiesta del fatto quotidiano puoi vedere la forza comunicativa di questa nuova sensibilizzazione.

Pensi che il tuo hotel possa a lungo passare inosservato ? Pensi di riuscire sempre a mostrare solo il lato A del tuo hotel?

Ti lascio il link della video inchiesta https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/06/11/stagionali-le-offerte-di-lavoro-tra-evasione-e-turni-infiniti-13-ore-sette-giorni-su-sette-800-euro-in-busta-e-400-in-nero-e-se-stai-male-vieni-lo-stesso-i-colloqui-del-fatto-it-in-romagna/6226429/

Sfruttare al massimo le potenzialità di Giugno

Iniziata la stagione estiva, archiviata la frenesia della riapertura adesso è il momento di agire sul mercato di giugno e di rivedere le scelte fatte nei mesi precedenti.

Le prenotazioni indicano una forte presenza nei mesi di luglio e agosto e ci si aspettano piacevoli sorprese per settembre, ma giugno???

L’andamento delle prenotazioni ha chiaramente indicato che giugno sarà un mese caratterizzato dalle presenze concentrate nei fine settimana, mancano tutti i gruppi del turismo sociale, non ci sono eventi sportivi per le categorie giovanili e non ci sono eventi di grande richiamo.

Noi proviamo a sfruttare l’unico elemento di richiamo a disposizione, l’alta domanda concentrata nel fine settimana. Quello che facciamo negli hotel con i quali collaboriamo è inviare alla lista clienti un’offerta ad un prezzo veramente irrisorio per il check-out posticipato nella tarda serata della domenica oppure con un piccolo supplemento usufruire della camera fino al lunedì mattina per evitare il traffico del rientro.

I numeri fanno supporre che la domenica sera in giugno l’occupazione non superi il 40% quindi cerchiamo di utilizzare quel 60% di invenduto per fidelizzare il cliente , migliorare la brand reputation ed avere una buona occasione per fare percepire l’iscrizione alla newsletter un privilegio.

Fateci sapere il vostro parere.

Info Farfalla della 19° settimana

Questa settimana la nostra info farfalla propone un riassunto dei principali spunti di riflessione che ci ha fornito l’economia e ripropone alcuni problemi inerenti alla gestione del tuo hotel che potrebbero esserti di stimolo per questa stagione turistica che sta fortunatamente entrando nel vivo.

Questa settimana sono stati pubblicati i dati sull’inflazione negli Stati Uniti, mentre la settimana precedente erano usciti quelli sull’occupazione. Questi due importanti dati statistici forniscono una prima idea di quello che ci aspetta nei prossimi mesi, se vuoi approfondire ti lascio il link

Le grandi aziende nelle loro strategie commerciali hanno iniziato ad applicare in modo molto sfrontato la Shrinklation , è probabile che il fenomeno venga adattato ai vari mercati e diventi una pratica abituale, i dettagli li trovi a questo link http://www.hdconsulenza.it/2021/05/12/shrinkflation/

Prima di iniziare la stagione turistica hai analizzato le recensioni passate, hai fatto un’analisi delle considerazioni emerse nei vari reparti e hai un’idea chiara di come viene percepito il tuo hotel? Ti propongo una breve analisi su una sola recensione per farti l’esempio di cosa intendiamo con analisi delle recensioni http://www.hdconsulenza.it/2021/03/09/non-sentirti-perfetto/

L’importanza dell’organizzazione e della strategia aziendale trovano nella storia del Vaccino per il covid il suo esempio più eclatante, se vuoi sapere perchè gli americani sono arrivati prima dell’Europa e se non è il caso di riprendere carta e penna e analizzare la tua di organizzazioni qua trovi l’analisi http://www.hdconsulenza.it/2021/03/06/i-vaccini-e-la-tua-azienda/

Come ti sei organizzato quest’anno per la pulizia delle camere? Ti sei rivolto ad un’impresa o hai cameriere ai piani ? Ne abbiamo parlato in seguito ad un sondaggio rivolto alla clientela sulle loro preferenze e sulla comparazione dei costi , ti proponiamo il risultato qui http://www.hdconsulenza.it/2021/03/02/cameriera-ai-piani-o-impresa-di-pulizie/

Adesso veniamo al cuore dei tuoi ragionamenti, le Tariffe. In base a quale analisi sceglierle, modificarle, impostarle. Abbiamo provato a capire sei il Revenue è morto con il covid oppure se può esserti utile http://www.hdconsulenza.it/2021/02/26/il-revenue-e-morto/

In attesa della prossima info farfalla aspettiamo le tue idee, un problema che ti sta a cuore …le idee circolano.

Inflazione , cosa ci aspetta

La notizia temuta è arrivata

L’inflazione americana è più alta delle attese in base agli ultimi dati appena pubblicati (maggio 2021)

Il mercato aveva precedentemente ignorato quello che forse è il più grande errore previsionale che si ricordi nella storia del mercato del lavoro avvenuto venerdì scorso, dove anziché 978.000 nuovi posti di lavoro, negli Stati Uniti se ne sono creati soltanto 266.000

I mercati hanno ignorato i dati drammatici perchè che cosa conta l’economia se continuano ad arrivare soldi gratis dal cielo

Adesso però è arrivata l’inflazione e porterà un rialzo dei tassi. Cioè, dal cielo pioverà meno denaro e per di più non sarà più gratis. 

Il denaro tornerà ad avere un prezzo.  Quando la circolazione monetaria è superiore ai beni che possono essere acquistati. Aumentano i prezzi, si deprezza la moneta e tutto torna in equilibrio. Nel frattempo i tassi, il prezzo del denaro, provocheranno un’aumento dei prezzi che automaticamente ridurrà i consumi e rallenterà l’economia

Le conseguenze pratiche arriveranno a cascata anche dentro casa tua e nella tua azienda per cui dovresti rivedere le tue analisi per decidere i prezzi futuri alla luce della prevista ripresa dell’inflazione. Quelli appena pubblicati dalle agenzie statistiche sono il primo segnale tangibile su cui si può ragionare , prima erano solo personali impressioni.

Adesso sono numeri concreti.

 

Shrinkflation

Sul fronte commerciale ( fronte inteso proprio come fronte bellico) dove le aziende utilizzano tutti gli espedienti psicologici per massimizzare i profitti sottovalutando il valore di un rapporto autentico con il cliente si è giunti alla novità della shrinkflation. Tradotto come RIPORZIONAMENTO, consiste in una diminuzione della quantità del prodotto nella medesima confezione allo stesso prezzo di prima introducendo così un’inflazione non percepita.

Strategie sempre più complesse vengono anche praticate dai revenue manager che agendo solo sull’aspetto tariffario cercano di massimizzare i ricavi negli hotel con piani tariffari sempre più articolati ed una scomposizione tariffaria esasperata.

Se prima si semplificava troppo la strategia tariffaria ignorando i principi basilari del pricing , adesso ci si affida troppo agli stratagemmi tariffari ignorando spesso che per gestire un’hotel occorre una visione d’insieme dell’azienda e che purtroppo con fatica bisogna intervenire su molti aspetti per migliorare la redditività nel breve , ma soprattutto nel lungo periodo. La semplificazione non è semplice.

Info Farfalla della 18° settimana

Come sempre siamo attratti dagli imprenditori che reagiscono ai problemi, esplorano soluzioni innovative, investono e rendono le loro aziende carismatiche in grado di influenzare le riflessioni degli altri imprenditori.

Questa settimana la nostra info farfalla si è posata nel giardino del Grand Hotel Des Bains di Riccione che adesso apre le porte del suo ristorante a tutti , offrendo la possibilità di pranzare o cenare nelle sue splendide sale oppure nel magnifico giardino. Potrebbe sembrare una scelta semplice invece coinvolge tutta l’organizzazione del personale, proietta il servizio di ristorazione ad un livello diverso confrontandosi in un mercato che ha dinamiche e logiche diverse rispetto alla ristorazione dell’hotel. E’ l’inizio di un nuovo viaggio , una decisione presa da imprenditori illuminati disposti a mettersi sempre in discussione. Per farvi capire la differenza dal punto di vista organizzativo rispetto alla ristorazione riservata ai clienti dell’hotel vi cito l’esempio del ristorante La Pergola a Roma all’interno del Hilton Hotel oppure il Villa Crespi. I contatti dell’hotel li trovate qui https://www.grandhoteldesbains.com

A Milano Marittima troviamo la nuova creazione progettata dal designer Alvin Grassi, il nuovissimo Coast Hotel . Imprenditorialmente si tratta di un hotel Adult Only orientato verso un mercato altamente targhetizzato , pensato nei minimi dettagli per una clientela selezionata. I complimenti meritatissimi al progetto, alla realizzazione ed agli imprenditori. Con la curiosità che ci distingue cercheremo di capire se il mercato premierà questo tipo di investimenti in una località che ha una stagionalità molto corta ed una vocazione turistica per famiglie, noi crediamo che questa fosse una proposta che mancava e che avrà grande successo, i numeri dell’hotel Vista Mare di Cesenatico gestito dagli stessi imprenditori lo confermerebbero. Il Coast Hotel lo trovate quì https://www.hotelcoast.it

Le tariffe dinamiche non sono adatte al mio hotel, al tipo di clientela. Le strategie di revenue sono prive di un’etica tariffaria e nel lungo periodo danneggiano il mio hotel. Queste sono alcune affermazioni e convinzioni ricorrenti soprattutto in Hotel di alto livello. Non possiamo affrontare in un breve spazio queste tematiche , ma non si possono nemmeno ignorare per cui vi lascio solo alcune domande a cui possiamo in seguito rispondere insieme. Perchè il Four Season di Milano propone una tariffa minima in molte date di 800€ a notte nella camera più economica ed in altre date 2200€ a notte? Perchè in alcune date non ha il soggiorno minimo mentre in altre è di 4 notti? Perchè nonostante abbia queste tariffe molto alte rispetto ai competitor applica la scomposizione tariffaria e propone queste tariffe in solo pernottamento e la colazione è proposta con un supplemento di 48€ a persona? Perchè non applica la parity rate ma sul sito la camera costa mediamente il 5% in meno e la colazione 35€? Per trovare una risposta potreste dover mettere in discussione alcune vostre convinzioni. Il Four Season lo trovate qui https://www.fourseasons.com/milan/spa/?seo=google_local_mil4_emea

Uscire dalla pandemia per entrare in un museo, cosa si può desiderare di più. Vi segnaliamo la mostra inaugurata al Mart di Rovereto dal titolo Picasso,DeChirico,Dalì dialogo con Raffaello . Il modo migliore per rafforzare il sistema immunitario.

Aspettiamo di sentire le tue idee, le tue segnalazioni la tua condivisione.