Leader e leadership

Covey nelle sue 7 regole per avere successo descrive bene la differenza tra manager e leader. Il manager si occupa prevalentemente delle cose urgenti, mentre il leader di quelle IMPORTANTI. Adesso che la stagione estiva si avvia al tramonto e inizia il momento delle riflessioni ti renderai conto che nella tua quotidianità ti sei occupato prevalentemente delle cose urgenti e non hai avuto tempo per quelle importanti. Adesso inizia un periodo nel quale la situazione si ribalta, le urgenze lasciano spazio e puoi riappropriarti della risorsa più importante che hai IL TUO TEMPO.

Se vuoi che in futuro le urgenze non ti rubino più la stagione estiva, il tempo per le relazioni private ed autentiche e la serenità , hai solo una possibilità ed è occuparti delle cose importanti in modo da arrivare alla prossima stagione a poter delegare le urgenze ai tuoi collaboratori. Se studi management, organizzazione d’impresa , scienza del turismo trovi riproposti e approfonditi gli stessi concetti.

Adesso veniamo alle cose importanti che devi affrontare nei prossimi mesi per poter esercitare in pieno la leadership nel tuo Hotel.

1 Trasforma il tuo bilancio e conto economico che ti fornisce il commercialista in un bilancio redatto con i criteri standard internazionali definiti U.S.A.L.I.

2 Redigi un PIANO EDITORIALE realistico, personalizzato, con obiettivi e numeri chiari a cui adeguare tutta la tua attività di marketing e richiedi all’agenzia che ti segue di adeguarsi al tuo piano editoriale, se non lo condividono utilizza la loro esperienza per farti aiutare a formularne uno più efficace ma non spendere 1 euro in marketing fino a quando non c’è un piano editoriale al quale fare riferimento.

3 Alla luce dell’analisi del bilancio USALI, analizza la reddittività di ogni reparto dell’hotel, quanto costa ogni unità prodotta e quanto questa contribuisce al reddito

4 Determina un prezzo per ogni servizio prodotto che sia compatibile con i costi del relativo reparto, se il prezzo che giustifica quei costi è fuori mercato perchè non riusciresti a fartelo pagare dal cliente approfondisci l’argomento, analizza cosa propone il mercato, rivedi il tuo modo di produrre quel servizio , cerca esperti di quel servizio in grado di proporti delle soluzioni efficaci. Risolvi definitivamente il problema per ritrovarti con una nuova proposta di quel servizio che sia finalmente coerente con le tariffe del tuo targhet di clientela e con il tuo bilancio.

5 Redigi un piano tariffario giornaliero per la prossima stagione che abbia come base la tariffa della camera e tutti gli altri servizi come supplemento. Il piano tariffario deve prevedere per ogni giorno la tariffa base proposta, l’occupazione prevista, e l’incasso prodotto. Prevedi gli aumenti tariffari da applicare in base alla richiesta e alla pressione delle singole date e prevedi le offerte da proporre in caso il flusso delle prenotazioni sia deludente. Tutta questo lavoro fallo con i criteri delle tariffe dinamiche e ovviamente della coerenza tariffaria.

6 Predisponi per ogni lavoro un mansionario dettagliato con tutti gli step da seguire per produrre un servizio, NON TRALASCIARLO, descrivi nei dettagli ogni cosa deve essere fatta e come deve essere fatta in ogni turno di lavoro.

La lista continua, ma rimane lettera morta se non la fai tua e se non te ne fai carico. E’ una lista di cose IMPORTANTI ma non urgenti ed è per questo che molti le trascurano ritrovandosi la stagione successiva a rincorrere la soluzione delle cose urgenti. Occupati in questi mesi della leadership del tuo Hotel e vedrai che i cambiamenti saranno incredibili. Dove trovi difficoltà coinvolgi e delega , i professionisti non mancano, ti potrei fare un lungo elenco di esperti di Revenue, Costo Control, Marketing, Organizzazione della ristorazione ma sicuramente ne tralascerei qualcuno e non è necessario perchè avrai i tuoi riferimenti quindi utilizzali però in maniera contestualizzata e finalizzata alla realizzazione dei punti che ti ho indicato perchè arrivare a febbraio con un’analisi fatta con i criteri Usali, un piano tariffario come descritto, un piano editoriale che settimanalmente trova la sua realizzazione, un ‘organizzazione del lavoro chiara con riferimenti precisi rappresnta sicuramente una svolta per la tua vita.

Pausa caffè finita, ti auguro un buon lavoro.

Futuro del ristorante in hotel

In questi anni si sta riscrivendo il futuro della ristorazione in hotel. Le esigenze di bilancio, i costi e la professionalità richiesta per la gestione del ristorante in hotel non consentono più nessuna improvvisazione e nemmeno il perpetuarsi di quello che si è sempre fatto. Parliamo di numeri per capirci meglio, la ristorazione in hotel in Italia oggi vale 8 miliardi di euro, di questi 1 miliardo è esternalizzato.

Al momento il più grande operatore che fornisce questi servizi fattura 60 milioni all’anno che sembrano tanti ma rispetto a quello che fatturano i colossi del settore a livello internazionale rappresenta una penetrazione del mercato risibile.

Il colosso francese Elior ha deciso la sua nuova strategia che punta a inserirsi con grandi numeri nella gestione della ristorazione alberghiera il Italia a tutti i livelli. Il primo obiettivo è raggiungere nel giro di 5 anni la gestione di 60 ristoranti in hotel e poi arrivare ad occupare il 20% del mercato, si parla di 1miliardo e 600 milioni di fatturato.

Attualmente gestiscono il servizio di ristorazione sui Frecciarossa, dei Musei Vaticani, del Casinò di Sanremo, di alcuni hotel business a 4 stelle e di resort a 5 stelle. dai loro calcoli risulta che il loro servizio è profittevole anche in hotel a 2 o 3 stelle per questo puntano ad occupare il 20% del mercato.

Sono cambiamenti di cui devi tenere conto, se stai progettando una ristrutturazione dovresti considerare gli accessi e gli spazi in funzione di una possibile esternlizzazione, nella tua zona i tuoi competitor potrebbero aprire un ristorante interno senza nessun problema e modificare i riferimenti della tua concorrenza, se hai un ristorante interno il tuo modello organizzativo va rimesso in discussione in funzione di una valida alternativa.

Apparentemente sembra una notizia marginale, ma anche i primi due anni dell’avvento di booking in pochi avevano percepito la portata della rivoluzione in arrivo.

A nostro avviso quella della ristorazione in hotel sarà nei prossimi anni una vera rivoluzione, non fare come l’altra volta che l’hai subita e ti sei ripreso con cambi di strategia dopo aver fatto danni al bilancio. Inizia a pensarci.

Come sempre ti auguriamo buon lavoro

Bilancio Usali per gli Hotel

In tutte le aziende le tecniche che vengono utilizzate per redigere il bilancio sono procedure standard indipendentemente dal settore merceologico o dalle dimensioni dell’azienda. Il bilancio ha la finalità di fotografare la situazione economica , ottemperare agli obblighi fiscali e attribuire un valore all’azienda, fornire dei valori aggregati delle voci di spesa utilizzati per determinare la produttività oraria e il costo per unità di prodotto. Gli hotel sono aziende molto complesse nel senso che al loro interno convivono più aziende che forniscono servizi che hanno processi produttivi, strategie di prezzo e di marketing completamente diverse. Per prendere decisioni razionali e meditate oltre al tradizionale bilancio economico è indispensabile redigere un bilancio con il sistema internazionale utilizzato per gli hotel denominato U.S.A.L.I.

Senza entrare nei dettagli perchè richiederebbe più di un articolo, il bilancio USALI ha la caratteristica di comporsi di più bilanci , uno per ogni settore dell’hotel. I settori dell’hotel sono tanti quanti sono i servizi offerti che rappresentano tutti i prodotti che fornisci, per fare un piccolo esempio poniamo che offri il servizio navetta per raggiungere stazioni, aeroporti o luoghi d’interesse e che questo servizio sia a pagamento.

Entrando nei dettagli per prendere qualunque decisione in riferimento a questo servizio devi avere un suo bilancio separato che includa i costi a lui imputabili, che ti permetta di determinare una tariffa per chilometro e abbia una strategia di marketing interno all’hotel che lo renda appetibile ai clienti, che abbia un suo spazio sul tuo sito, che la pagina sia correlata da articoli sulle località raggiungibili e sulla comodità dell’utilizzo del servizio navetta, che il tutto sia fatto in base ad una strategia Seo. Da un’analisi di questo tipo potresti capire che il servizio navetta ha un bilancio in passivo e quindi devi valutare se quel passivo può rappresentare una spesa di marketing per l’hotel perchè gli permette di vendere le camere ad una tariffa più alta, in questo caso il responsabile del marketing deve far percepire il valore aggiunto di quel servizio.

Come vedi un bilancio specifico per ogni reparto del tuo hotel ti permette di fare un’analisi che è di vitale importanza per prendere qualunque decisione. Tutti i reparti dell’hotel sono collegati, il servizio prodotto da un reparto va valutato con una visione d’insieme dell’hotel e i vari reparti devono contribuire a valorizzare ogni servizio prodotto, così facendo potresti fornire dei servizi che apparentemente rappresentano un passivo, ma in una visione d’insieme hanno un valore maggiore che gli viene conferito dagli altri reparti.

Tutte queste analisi hanno bisogno come presupposto di una contabilità aziendale impostata secondo i criteri USALI, se tutte le catene alberghiere lo utilizzano cerca di colmare il gap perchè le sfide del mercato non ti permettono di sottovalutare le strategie manageriali che i tuoi competitor utilizzano.

Se vuoi saperne di più, capire come impostare questo tipo di bilancio e ricevere un’aiuto scrivici, teniamo sempre uno spazio gratuito per fornire il nostro contributo agli albergatori, i nostri servizi diventano a pagamento solo quando un albergatore decide di delegare a noi funzioni che dovrebbe fare lui, in pratica con noi puoi comprare il tuo tempo rimanendo sicuro del risultato. Siamo come un lavaggio auto, tu sei perfettamente in grado di lavare la tua auto ma se vuoi avere l’auto pulita e devi dedicarti ad altro allora deleghi il servizio. Invece il confronto che ti serve per capire lo offriamo noi.

Buon cammino

Week end al mare, lo offriamo noi

Il prossimo fine settimana , sabato 29 maggio, ti vogliamo tra i nostri ospiti.

Non come cliente ,ma come ospite.

Per questa ripartenza, per comunicarti tutto l’entusiasmo e la voglia che abbiamo di incontrare i nostri clienti abbiamo deciso di ospitarvi.

Se decidete di trascorrere da noi una settimana di vacanza in qualunque periodo vi rimborseremo il costo della camera di questo sabato 29 maggio dove potete ricaricarvi con l’energia e la positività che il mare regala e approfittarne per prenotare le vostre vacanze.

Ehi albergatore, come ti sembra questa iniziativa commerciale?

Potresti utilizzarla subito preparando una mail da inviare alla tua lista clienti, questo ti permetterebbe di inviare una promo creativa che anche se non sfruttata dal cliente gli riproporrà il tuo hotel da prendere in considerazione al momento della programmazione delle vacanze al mare e a te non costerà nulla perchè il rimborso del costo del solo pernottamento per sabato 29 maggio sostituisce gli altri sconti che spesso includi nei preventivi.

Questa iniziativa di marketing ha già dato ottimi risultati prendila in considerazione.

Il tuo Hotel e le Mafie

Argomento di cui è difficile scrivere, però non si può parlare di Sostenibilità Sociale, condizioni di lavoro, tariffe dinamiche, visibilità senza tenere conto del grande cambiamento del mercato provocato dalla presenza delle mafie che alterano le regole del mercato. Prima di rendere una fotografia reale della situazione voglio precisare che non ho prove giuridicamente valide altrimenti mi sarei rivolto alla magistratura, ma questo non vuol dire che non conosca bene il problema.

L’anno prima del Covid sono stato avvicinato da una persona che non si è presentata, ma mi conosceva come un professionista che collabora con gli albergatori per propormi un sistema di riciclaggio a suo dire molto redditizio. La proposta era rivolta agli albergatori che gli potevo presentare, ai quali proponeva versamenti di qualunque importo fatti con la giustificazione di una prenotazione per un grosso gruppo pagata in anticipo. Dopo la prenotazione sarebbe arrivata la disdetta e la conferma dell’hotel che la caparra inviata non sarebbe stata restituita. A quel punto l’albergatore doveva restituirgli il 60% di quanto ricevuto in contanti e il 40% sarebbe rimasto a lui come compenso. Per darsi una parvenza di normalità mi disse che a Bellaria erano già 23 gli hotel con i quali aveva rapporti e stava organizzando una riunione di albergatori a Milano Marittima per proporgli l’operazione. La chiacchierata si è conclusa con il suo impegno a rifarsi vivo. Non mi ha lasciato i suoi contatti e per fortuna non si è più riproposto. Non ho mai avuto conferma concreta di quanto detto, ma in seguito parlando con albergatori mi hanno detto di averne sentito parlare confermandomi che era una reale presenza.

Un’altra modalità utilizzata è quella riportata da Roberto Saviano in un suo articolo sull’argomento. L’infiltrazione avviene attraverso l’acquisto di hotel che poi praticano tariffe completamente insostenibili per alterare la concorrenza, fare crollare la redditività delle aziende sane in modo da ridurne il valore e a quel punto proporsi come acquirenti dopo aver distrutto il loro mercato di riferimento.

La magistratura, le forze dell’ordine e il tessuto sociale sicuramente rappresentano la risposta giusta a questo problema, ma nel quotidiano, nei prossimi due /cinque anni come puoi fare ad aumentare le tue quote di mercato, a fidelizzare i clienti che trovano poi pacchetti a prezzi stracciati .

Alcuni albergatori stanno cercando di intercettare dei segmenti di mercato più redditizi trasformando l’hotel in Adult only, altri non volendo fare grossi investimenti diventano dei Beach and brunch per differenziarsi da bed & breakfast.

Sono tutte soluzioni valide e praticabili, ma non permettono al nostro sistema turistico di creare e mantenere le migliaia di presenze che caratterizzano la nostra economia, sono per definizione rivolte a delle nicchie di mercato

I numeri dicono chiaramente che la redditività per camera disponibile diminuisce ogni anno, per mantenere gli stessi numeri sei costretto a pagare sempre più commissioni, ad aumentare gli investimenti in marketing e nonostante questo per frenare il calo delle presenze e l’accorciamento della stagione ti ritrovi a dover abbassare le tariffe.

Anche la pressione fiscale diventa insostenibile, i sistemi di controllo sempre più invasivi ti etichettano automaticamente come un parassita sociale.

A tutto questo si aggiunge il problema del personale che tra corsi di formazione, alloggio e difficoltà di reperimento fa lievitare i costi senza un aumento della produttività.

Infine ci sono i consulenti che hanno un solo modo di alimentare i loro bilanci, quello di gravare sui ricavi delle tua camere. Spesso sono ottimi professionisti che conoscono bene alcune specificità del tuo lavoro, che ti possono aiutare ad introdurre quei principi gestionali che sono realmente indispensabili, spesso riescono a ridurre il declino della redditività , ma non si fanno carico di quei problemi di fondo che rimangono tutti sulle tue spalle.

Quei problemi che tutti fanno finta di ignorare perchè non sanno affrontare. Di fronte ai quali sei solo e affronti nell’unico modo che conosci, accettando e applicando quei compromessi che non corrispondono ai tuoi valori, ma sai che sono l’unico modo per garantire la continuità aziendale. In tutti i corsi che hai fatto ti hanno spiegato come fare ogni cosa come se non sapessi già fare il tuo lavoro, ma nessuno si è mai fatto carico di quella visione d’insieme che bisogna avere per decidere cosa si deve fare concretamente per fare quadrare i conti senza rinunciare ai tuoi valori. Vieni lasciato solo, con tanti bei concetti , ma la consapevolezza che sono inapplicabili perchè quello che ti ha permesso sempre di tenere i conti in ordine è stata solo la determinazione che hai avuto nelle decisioni cruciali di adottare quelle soluzioni che purtroppo non possono essere ignorate nonostante tutto quello che dicono le anime belle.

Alternative………….Vicino a te c’è il Rubicone, fai una passeggiata sul lungomare e quando arrivi al ponte pedonale che lo attraversa trovi il busto di Giulio Cesare ad aspettarti. Fai come hanno iniziato a fare altri albergatori, passa il Rubicone .

Data la sensibilità degli argomenti trattati se desideri esprimere un commento sappi che lo leggerò volentieri , ma non verrà pubblicato per garantirti la massima riservatezza in riferimento a qualunque riflessione desideri condividere.

Collaboratori o Impresa ???

Per gli hotel della provincia di Bologna

Nel tuo Hotel per la pulizia delle camere e delle aree comuni utilizzi un’impresa di pulizia o collaboratrici interne?

Recenti indagini di mercato hanno evidenziato che i clienti percepiscono un’immagine migliore e si fidelizzano maggiormente se le cameriere ai piani sono dirette collaboratrici dell’hotel.

Il dato sorprendente è stato che nessun cliente ha indicato la preferenza per l’impresa di pulizia, tutte le risposte si sono divise tra Indifferente e Collaboratrici dell’hotel.

Un’analoga indagine di mercato rivolta agli imprenditori ha ottenuto una risposta di preferenza più articolata. Tutti gli albergatori preferirebbero utilizzare collaboratrici interne perché sono consapevoli di poter avere un migliore controllo sulla qualità del lavoro, ma i problemi creati dalla gestione del personale, i costi e la necessità di delegare alcune responsabilità determinano la scelta finale.

Veniamo ai costi, mediamente nella provincia di Bologna le tariffe proposte dalle imprese di pulizia variano dai 6,50€ agli 8,50€ a camera a seconda del livello del servizio richiesto.

I costi a camera che rileviamo noi negli hotel che hanno strutturato e organizzato un modello manageriale con procedure standard , Kpi di controllo, delega della formazione e organizzazione del personale interno e verifiche programmate variano da 4,30€ a 6,80€ a camere a seconda del livello del servizio desiderato.

La particolarità del servizio è che uno stesso hotel  può modificare il mansionario assegnato a seconda della tipologia del cliente e dei contratti delle convenzioni stipulate con la clientela convenzionata o i gruppi. Questo permette all’hotel di modulare i suoi costi e il relativo livello del servizio in base alla flessibilità commerciale adottata. 

E’ possibile adottare questa organizzazione del lavoro da subito perché non prevede modifiche all’organico dell’hotel ,ma solo una precisa e dettagliata strutturazione del servizio e qualora l’hotel utilizzi un’impresa di pulizia è possibile inserire parzialmente questo servizio per poterne verificare i vantaggi e poi una volta arrivati alla scadenza contrattuale con l’agenzia estenderlo a tutte le collaboratrici. 

La domanda che sorge spontanea è come fanno le imprese di pulizia a fornire un servizio che apparentemente ha tariffe competitive? 

La risposta è semplice, il contratto di lavoro che applicano è quello multiservizi e prevede una retribuzione oraria tra i 4,50€ e i 4,90€ l’ora mentre gli hotel applicano il contratto del turismo che prevede una retribuzione oraria superiore di almeno il 50%. 

Per questo motivo la stessa cameriera ai piani se è inquadrata con il contratto del turismo ha una maggiore fidelizzazione aziendale mentre solitamente le imprese di pulizie hanno un maggior ricambio di personale.

La differenza di trattamento economico si ripercuote su quella che viene definita come SOSTENIBILITA’ SOCIALE delle aziende.

Le analisi di mercato certificano che già oggi e sempre di più in futuro i clienti premieranno e saranno disposti a pagare tariffe più alte agli hotel che aderiscono in maniera autentica ai valori di sostenibilità ecologica e anche sociale dando valore alla comunità del territorio nel quale operano.

Gli hotel che trascurano il valore della sostenibilità sociale oppure pur vivendolo nella loro quotidianità non riescono a comunicarlo pagheranno un prezzo alto il termini di redditività.

La novità per il tuo hotel è che adesso nella provincia di Bologna abbiamo strutturato il nostro servizio di delega di queste funzioni e se lo desideri puoi finalmente appoggiarti ad esperti che sono in grado di assumersi questa responsabilità. 

La prossima settimana , dal 5 all’ 11 aprile siamo disponibili per venire nel tuo hotel a parlare concretamente di numeri e metodi per permetterti di conoscere nel dettaglio questa opportunità che in futuro potrebbe esserti utile. 

Se non intralcia il tuo lavoro contattaci per un appuntamento.


Opportunità in Romagna

Per gli hotel della riviera romagnola

Nel tuo Hotel per la pulizia delle camere e delle aree comuni utilizzi un’impresa di pulizia o collaboratrici interne?

Recenti indagini di mercato hanno evidenziato che i clienti percepiscono un’immagine migliore e si fidelizzano maggiormente se le cameriere ai piani sono dirette collaboratrici dell’hotel.

Il dato sorprendente è stato che nessun cliente ha indicato la preferenza per l’impresa di pulizia, tutte le risposte si sono divise tra Indifferente e Collaboratrici dell’hotel.

Un’analoga indagine di mercato rivolta agli imprenditori ha ottenuto una risposta di preferenza più articolata. Tutti gli albergatori preferirebbero utilizzare collaboratrici interne perché sono consapevoli di poter avere un migliore controllo sulla qualità del lavoro, ma i problemi creati dalla ricerca e gestione del personale e i costi determinano la scelta finale.

Veniamo ai costi, mediamente nella riviera romagnola le tariffe proposte dalle imprese di pulizia variano dai 6,50€ agli 8,50€ a camera a seconda del livello del servizio richiesto.

I costi a camera che rileviamo noi negli hotel che hanno strutturato e organizzato un modello manageriale con procedure standard , Kpi di controllo, delega della formazione e organizzazione del personale interno e verifiche programmate variano da 4,30€ a 6,80€ a camere a seconda del livello del servizio desiderato.

La particolarità del servizio è che uno stesso hotel  può modificare il mansionario assegnato a seconda della tipologia del cliente e del tipo di prenotazione. Questo permette all’hotel di modulare i suoi costi e il relativo livello del servizio in base alla flessibilità commerciale adottata. 

E’ possibile adottare questa organizzazione del lavoro da subito perché non prevede modifiche all’organico dell’hotel ,ma solo una precisa e dettagliata strutturazione del servizio e qualora l’hotel utilizzi un’impresa di pulizia è possibile inserire parzialmente questo servizio per poterne verificare i vantaggi e poi una volta arrivati alla scadenza contrattuale con l’agenzia estenderlo a tutte le collaboratrici. 

La domanda che sorge spontanea è come fanno le imprese di pulizia a fornire un servizio che apparentemente ha tariffe competitive? 

La risposta è semplice, il contratto di lavoro che applicano è quello multiservizi e prevede una retribuzione oraria tra i 4,50€ e i 4,90€ l’ora mentre gli hotel applicano il contratto del turismo che prevede una retribuzione oraria superiore di almeno il 50%. 

Per questo motivo la stessa cameriera ai piani se è inquadrata con il contratto del turismo ha una maggiore fidelizzazione aziendale mentre solitamente le imprese di pulizie hanno un maggior ricambio di personale.

La differenza di trattamento economico si ripercuote su quella che viene definita come SOSTENIBILITA’ SOCIALE delle aziende.

Le analisi di mercato certificano che già oggi e sempre di più in futuro i clienti premieranno e saranno disposti a pagare tariffe più alte agli hotel che aderiscono in maniera autentica ai valori di sostenibilità ecologica e anche sociale dando valore alla comunità del territorio nel quale operano.

Gli hotel che trascurano il valore della sostenibilità sociale oppure pur vivendolo nella loro quotidianità non riescono a comunicarlo pagheranno un prezzo alto il termini di redditività.

La novità per il tuo hotel è che adesso nella riviera romagnola abbiamo strutturato il nostro servizio di delega di queste funzioni e se lo desideri puoi finalmente appoggiarti ad esperti che sono in grado di assumersi questa responsabilità. 

La prossima settimana , dal 29 marzo al 2 aprile siamo disponibili per venire nel tuo hotel a parlare concretamente di numeri e metodi per permetterti di conoscere nel dettaglio questa opportunità che in futuro potrebbe esserti utile. 

Se non intralcia il tuo lavoro contattaci per un appuntamento.

I Valori del turista

I valori del turista

Ogni epoca è caratterizzata da un sentimento generale che determina le preferenze di scelta dei clienti, lo sanno molto bene gli esperti di marketing.

La pubblicità adegua sempre il suo linguaggio e la leva emozionale per intercettare l’attenzione del cliente che adesso è diventato sempre più attento a scegliere prodotti e aziende che condividono i suoi valori in maniera autentica.

Oggi è fondamentale per le aziende essere percepite come sostenitrici di un modello sostenibile, attente all’ambiente, che rappresentano una ricchezza per il loro territorio e svolgono una funzione sociale per le persone delle loro comunità.

In futuro verranno premiate dal mercato quelle che riusciranno a comunicare questi valori e a rappresentarli nella loro quotidianità in maniera autentica anteponendo il rispetto dei valori al semplice profitto.

Quale prezzo pensi che pagheranno in termini d’immagine quegli hotel che utilizzano molti collaboratori slegati dal territorio solo perchè più esposti allo sfruttamento. Come pensi che posizioneranno il brand di quegli hotel che hanno collaboratori con i quali è impossibile comunicare, che fanno 10 ore di lavoro al giorno, non hanno il giorno di riposo e nessun legame o senso di appartenenza al territorio.

Le indagini di mercato lo evidenziano chiaramente.

I clienti sceglieranno e saranno disposte a pagare una tariffa adeguata quegli hotel che oltre alla salvaguardia dell’ambiente fanno del rispetto dei loro collaboratori e della fedeltà fiscale una prassi quotidiana.

Sarai costretto dal mercato ad adeguarti e sarà inutile che ripeti la solita litania che non si possono pagare il dovuto i dipendenti e non si possono pagare le tasse altrimenti si fallisce.

Sarà il mercato a farti pagare un prezzo altissimo per la tua incapacità di riorganizzarti e dovresti iniziare da adesso a porre le basi per un bilancio redditizio da realizzare utilizzando un’organizzazione aziendale che preveda dei protocolli e dei mansionari dettagliati, dei costi certi per ogni servizio prodotto e un’armonizzazione tariffaria che intercetti la domanda e garantisca l’equilibrio di bilancio. Inizia a leggere, studia, informati, oppure chiedi consiglio, contatta le persone che ti possono aiutare ,ma non restare indifferente e non continuare a posticipare perchè il tuo ritardo avrà un prezzo sempre più alto. 

Fallo per egoismo se vuoi ma sposa i valori del turista altrimenti ti girerà le spalle.

La stagione che sta per iniziare come l’affronti?

Quante ore faranno le cameriere ai piani?

Quante ore faranno i camerieri di sala?

Rispetterai il giorno di riposo?

Avranno un mansionario dettagliato per il loro lavoro?

Hai individuato dei punti d controllo e verifica degli standard richiesti?

Potrei andare avanti ancora con un lungo elenco che ti potrebbe sembrare esagerato mentre invece rappresenta solo l’ABC del management applicato quotidianamente in moltissime aziende.

La calorosa accoglienza romagnola, la capacità degli albergatori di fare sentire l’ospite come un amico di famiglia, la qualità della cucina sono valori che si son affermati negli anni ma adesso si stanno disperdendo, i menù sono invasi da prodotti economici , surgelati che vengono da 3000km di distanza mentre il cliente ama il km zero, di romagnoli in hotel se ne vedono pochi e gli sguardi dei collaboratori comunicano sempre meno. Ti faccio solo un semplice esempio, una volta l’albergatore faceva assaggiare il suo caffè orgoglioso , sosteneva che ci voleva la mano giusta, una buona miscela e adeguava tutti i giorni la macinatura in base al meteo, adesso spesso si usa la miscela più  economica, la macchina viene pulita occasionalmente e la macinatura sono due anni che non la tocca nessuno e l’albergatore fa il facchino di se stesso caricando e scaricando tutti i giorni quintali di merce comprata al cash and Carry.

Fermati…….respira…..reset e poi ricomincia dalla casella iniziale come si faceva con il gioco dell’oca.


Personale Cercasi

Si avvicina la stagione estiva e moltissimi hotel non hanno ancora trovato il personale per affrontare la riapertura del turismo. L’attuale situazione emergenziale non permette alle persone di muoversi liberamente e i tradizionali colloqui di lavoro vengono rimandati.

Quello che però sappiamo è che si conferma la difficoltà a trovare il personale adatto perché in molti casi è difficile dargli l’alloggio e gli orari proposti alle persone che risiedono in zona non si adattano alle loro esigenze familiari.

Per risolvere questo problema si è visto che l’unica soluzione è quella di creare dei mansionari dettagliati con metodi e tempi di esecuzione per avere costi finali del servizio che soddisfino le esigenze di bilancio dell’hotel. Successivamente si coprono i ruoli previsti perché diventa molto più semplice inserire i dipendenti in un modello strutturato che può anche essere diviso tra più persone che non modificano il parametro dei costi preventivati. Cominciando a strutturare le varie mansioni vedrai che emergeranno tutti i problemi latenti e avrai la possibilità di affrontarli razionalmente.

Una esperienza simile l’hai già fatta quando hai dovuto adeguarti ai protocolli HACCP, ti ricordi il mantra che ti ripetevano sempre ai corsi che hai dovuto fare?

SCRIVI QUELLO CHE FAI E FAI QUELLO CHE SCRIVI