GRUPPO FABILIA

Non sono opinioni SONO NUMERI

Il gruppo Fabilia essendo quotato in borsa ha pubblicato i dati del 2020 e dimostrano che il gruppo ha reagito bene allo Tsunami economico provocato dal virus. Complimenti sono veramente bravi.Le conseguenze si sono fatte sentire, infatti il gruppo ha deciso di non riaprire tre hotel della loro catena per migliorare la reddittività del gruppo. Al momento l’andamento delle prenotazioni per la prossima estate è in crescita e fa ben sperare in una stagione di successo.Il titolo è stato premiato dal mercato con un +8% in un solo giorno.Consentitemi un’accenno polemico nei confronti dei modelli alternativi di hotel Adult Only, Beach and Brunch e… dai nomi evocativi che vanno benissimo ed hanno il loro mercato di riferimento, ma il modello turistico che macina miglioni di presenze sulle nostre coste e in montagna è quello della pensione completa o all inclusive per famiglie. Non sono opinioni, SONO NUMERI

Shot of a happy young family enjoying a day at the beach

Hai pensato proprio a tutto ?

Complimenti per il restyling dell’hotel, è perfetto.

L’agenzia di consulenza che si occupa della comunicazione ha creato un’ottimo storytelling.

Il tuo brand è stato valorizzato e la tua presenza sui social ha ottime interazioni

Anche la comunicazione verso il cliente durante il soggiorno è stata migliorata.

Rispetto al passato hai fatto passi da gigante innovandoti e posizionando il tuo hotel in un target di mercato molto remunerativo ma……..

Ma spesso quello che non si vede è rimasto fermo al secolo scorso.

Non scherzo, veramente al secolo scorso. nessuna procedura di lavoro standardizzata, impossibilità di monitorare i KPI dei singoli reparti, mancanza di protocolli per le cameriere ai piani, per gli addetti alla cucina.

Tutta la ristorazione affidata allo Chef che in totale autonomia detta i ritmi di lavoro e determina il livello dei rapporti lavorativi escludendoti completamente da ogni decisione quotidiana.

Subisci tutto questo per il timore di essere lasciato a piedi ed avere il ristorante bloccato. Tutto questo ti sembra senza soluzione e non esiste nessuna agenzia di consulenza che si faccia carico del problema.

Per molti tuoi colleghi questo è diventato intollerabile, tu fino a quando riuscirai ancora a conviverci????

RSVP

TURISMO IN TOSCANA PREVISIONI

Questo articolo che voglio condividere con voi è stato pubblicato da CST di Firenze, lo trovo molto interessante

In Toscana il 2020 ha registrato un -60,6% di arrivi e le previsioni per il 2021 parlano di un anno altrettanto difficile per la regione ma con una prima ripresa del settore grazie al turismo domestico e di prossimità: sono questi i dati diffusi da Centro Studi Turistici di Firenze relativi all’andamento del settore del turismo in Toscana tra 2020 e 2021.

Le stime sono ricavate dai dati “ufficiali” provvisori raccolti dalle singole Amministrazioni Pubbliche per il 2020 mentre l’analisi previsionale sul 2021 è stata realizzata attraverso interviste ad un panel significativo di imprenditori ricettivi della Toscana, Tour Operator incoming della regione e Tour Operator outgoing di mercati esteri.I

Secondo le stime del Centro Studi Turistici di Firenze, nel 2020 gli arrivi nelle strutture ricettive della Toscana sarebbero stati 5,7 mln, con oltre 8,8 mln di turisti in meno (-60,6%) rispetto all’anno 2019. Per i pernottamenti la stima è di 21,4 mln, con una perdita di 27 mln di turisti (-55,8%). Il calo delle presenze degli italiani dovrebbe attestarsi ad un -32,4%, mentre quello dei turisti stranieri è stimato al -76,1%.

Il 2020 è stato un anno nero per il turismo in Toscana, a causa dell’emergenza sanitaria – spiega Gianfranco Lorenzo, direttore del settore Ricerca di CST Firenze – Nel 2021 la situazione rimane molto incerta: le prime previsioni parlano di una ripresa a partire dalla tarda primavera, ovviamente legata all’andamento della situazione sanitaria”.

Nel 2021 è atteso un “rimbalzo” con 4,7 mln di pernottamenti in più

Nonostante l’avvio della campagna vaccinale a livello mondiale abbia acceso la speranza di porre fine alla pandemia, le prospettive economiche a breve termine restano incerte. Se gli spostamenti rimarranno parzialmente limitati almeno fino alla prima parte del 2021, sono numerose anche le attività produttive che continuano ad essere frenate, con conseguenze pesanti per l’occupazione e per la capacità di tenuta delle piccole imprese

In un contesto come questo, nel 2021 più che un superamento delle difficoltà si potrebbe registrare un “rimbalzo” della domanda, dopo un anno in cui la dimensione del mercato si è contratta fino a toccare i valori registrati alla fine degli anni 60”, prosegue Gianfranco Lorenzo.

Le stime di CST Firenze per il 2021 infatti sembrano prospettare una crescita di arrivi del +28,8%, pari a oltre 1,6 mln di visitatori in più, mentre le presenze dovrebbero aumentare del +22,3%, pari a 4,7 mln di pernottamenti in più. 

I primi segnali di ripartenza dei mercati stranieri potrebbero arrivare tra la tarda primavera-inizio estate, soprattutto da quelli europei e di prossimità, con un +45,6% dei pernottamenti. Gli italiano rimarranno di gran lunga la componente di mercato prevalente, con una crescita di presenze stimata al +13,2%.

Tendenze per il turismo in Toscana nel 2021

Il 2021 si caratterizzerà ancora una volta per i viaggio di prossimità e i principali mercati saranno ancora quelli di breve e medio raggio – conclude Gianfranco Lorenzo, direttore del settore Ricerca CST Firenze – Anche quest’anno saranno gli italiani a dare il contributo maggiore al mercato, spostandosi soprattutto in auto o in treno, e rimanendo tra i confini della propria regione o tra regioni limitrofe”.

Ecco le 5 principali tendenze del settore per il 2021 rilevate da CST Firenze:

1. Prenotazioni last-minute e flessibilità. 
Il clima di incertezza e l’alternarsi di momenti in cui saranno istituite o revocate limitazioni agli spostamenti porteranno i turisti a scegliere rapidamente durante i periodi di maggiore tranquillità. L’attenzione al budget della vacanza spingerà però una parte del mercato verso prenotazioni anticipate a tariffe scontate, purché non prevedano penali in caso di annullamento.
2. Preferenza per mete meno battute. 
Prevarranno le scelte per le destinazioni capaci di garantire il “distanziamento sociale”, lontane da itinerari classici o immerse nella natura.
3. Prima ripresa per i viaggi di gruppo.
È atteso qualche segnale di ripresa dei viaggi di gruppo (amici e/o famiglie numerose), legati prevalentemente a ricorrenze particolari e a una rinnovata voglia di “stare insieme”.
4. Outdoor e Slow tourism.
Si affermeranno ulteriormente tutte le forme di slow tourism, da quello dei borghi al trekking, al cicloturismo, ecc.
5. Nuove tecnologie.
Indipendentemente dalla destinazione e motivazione del soggiorno, il turista del 2021 sarà costantemente alla ricerca dei servizi digitali evoluti per rimanere connesso h24.

Vi lascio il link del sito http://centrostudituristicifirenze.it/blog/turismo-in-toscana-nel-2021-stimate-47-mln-di-presenze-in-piu/


S

Arturo Di Modica

E’ lo scultore italiano che ha realizzato quest’opera , è il secondo monumento più visitato di NY ed è stato regalato dall’artista alla città. La sua storia è incredibile, con l’intento di spronare la città a reagire in un periodo di profonda crisi realizzò quest’opera che simboleggia la crescita dell’economia e la piazzò di notte non autorizzato davanti al palazzo della borsa. Per lungo tempo l’amministrazione cittadina fu indecisa se tenere o rimuove l’opera e poi decise di lasciarla lì e adesso è un monumento simbolo della città. Quando la mentalità giusta non si ferma davanti a nulla

GROWTH HACKING

Il Growth Hacking è essenzialmente un approccio mentale, un modo di essere, un atteggiamento nei confronti dei problemi che limitano la crescita e il raggiungimento degli obiettivi aziendali.

Per farti capire ti faccio un esempio molto semplice ma molto reale

Pausa caffè finita

Buon lavoro

Servizi Ancillari

I servizi ancillari sono tutti quei servizi che il tuo hotel offre e i tuoi clienti possono acquistare in aggiunta al servizio di pernottamento che rappresenta il servizio di base che la tua azienda offre.

Negli hotel questi servizi rappresentano una voce importante del bilancio ed uno strumento potente di differenziazione rispetto alla concorrenza.

In base ad una ricerca di Phocuswright, il 20% dei tuoi clienti desidera acquistare servizi ancillari prima dell’arrivo. Capisci da solo l’importanza di una comunicazione commerciale post vendita che devi automatizzare e rendere sempre più accattivante.

Con una buona comunicazione post vendita riesci a vendere una quota importante dei servizi ancillari ed inoltre è dimostrato che la percentuale di cancellazioni si riduce moltissimo.

Approfondisci l’argomento e implementa subito gli strumenti che ti servono per sfruttare questa opportunità commerciale.

Pausa caffè finita

Buon lavoro

Gli Stranieri nell’estate 2021

Poche righe che spero utili a chi si occupa delle strategie tariffarie e commerciali nel tuo Hotel. L’estate 2021 per quanto riguarda il turismo straniero va frazionata in due parti, la prima parte fino al 20 luglio circa vede confermata l’assenza del turista straniero, i dati sulle prenotazioni aeree e le ricerche tariffarie su siti delle compagnie aeree parlano chiaro, meno 85%. La seconda parte della stagione invece è tutta da disegnare. Si possono fare supposizioni ma non esistono numeri su cui basare scelte razionali per cui al momento negli hotel che seguiamo in Italia tutta la scelta tariffaria è strutturata in funzione del turismo interno e cambia molto la cosa . Mi riferisco alla scelta del soggiorno minimo , all’aumento della tariffa in base al pickup ed altri parametri. Queste valutazioni devi farle pensando al mercato interno mentre dal 20 luglio in poi potrebbe cambiare e molto il mercato. i primi dati attendibili si avranno alla fine di aprile quando si è ancora in tempo per affinare le strategie.

Pausa caffè finita

Buon lavoro

Tutti gli imprenditori sono chiamati a cambiare

Tratto da Economia sentimentale di Edoardo Nesi

“Magari nascerà una nuova generazione di imprenditori, – prosegue Giovannini, – più giusti nei confronti dei propri lavoratori e dell’ambiente, in grado di intercettare nuove domande. Ecco dove lo Stato deve aiutare ad accelerare la trasformazione, proteggendo i più deboli, ma accompagnando la transizione verso un nuovo modello di sviluppo, magari obbligando le imprese a rendere conto non solo dei profitti, ma anche dell’impatto sociale e ambientale delle proprie attività. E così facendo magari riscopriremo la cultura imprenditoriale del nostro paese e gli economisti italiani del 1700 che proponevano un modello basato sull’economia civile e sui beni comuni, ma che persero la battaglia a favore degli economisti anglosassoni utilitaristi, considerati i padri del capitalismo…”

La politica intesa come divisione tra destra e sinistra non c’entra nulla, non devi prendere una posizione in base alle tue idee politiche. Devi capire che se forzi a tuo vantaggio il contratto e il mansionario che stabilisci con un tuo collaboratore puntando ad ottenere il maggior numero di ore lavorate al minor costo possibile sei fuori tempo, la produttività non aumenterà mai e prima o poi il mercato ti butta fuori. Con questa mentalitá si sono costruiti successi economici crollati fragorosamente.

La ripartenza può essere una buona occasione , non sprecarla

CAFFE’ AMARO

Da quando, una ventina di anni prima, la lunga crisi economica aveva costretto molti a emigrare nelle americhe, armatori avidi di profitti e privi di coscienza operavano sulle tratte con piroscafi in disarmo, i vascelli della morte. Poiché non potevano più trasportare merce- il costo dell’assicurazione sarebbe stato altissimo-, ripiegavano sui passeggeri, gli emigranti: arrivavano a destinazione decimati dalle morti per fame, asfissia o malattia. Secondo Miguel, tutto ciò avveniva con la connivenza dei governi europei. Inoltre gli armatori non si facevano scrupolo, quando i motori andavano in avaria e bisognava alleggerire il cargo , di gettare a mare i malati e anche i sani. ” Omicidi intenzionali di poveracci”,diceva cupo. ” Gente emigrata nella speranza di una vita migliore, dopo essersi pagata il viaggio con i risparmi o prendendo denaro in prestito”. Maria ascoltava sbalordita……….

Tratto da Caffè Amaro di Simonetta Agnello Hornby